3 settembre 2018

Venezia 75 – Lady Gaga è bella anche al cinema

Quest’anno il festival di Venezia compie  ben 75 anni , ed ha portato con sé una pioggia interminabile di stelle, guidate però da un meteorite il cui nome, almeno da supereroe è Lady Gaga.

Già, perché la protagonista di a “Star is born”, è come un meteorite che cade sulla terra ogni mille anni, ma non distrugge niente, anzi ognuno di noi può prenderne un pezzetto e trarne beneficio.

Perché magari potrà non piacervi la sua musica e la sua parte egocentrica, ma Lady Gaga ha ispirato e continua ad ispirare milioni di persone nel mondo, e questo perché grazie al duro lavoro e al suo impegno é riuscita a realizzare i suoi sogni, anche quelli che le sembravano più difficili: come appunto diventare un’attrice.

Oltre che, certo, impegnarsi per i diritti umani e civili, come quella volta che vestendosi interamente di carne ci ha ricordato: “ “Ecco a cosa siamo uguali se da esseri umani non ci battiamo per i nostri valori e diritti.”

Lady Gaga vestita interamente in carne
Lady Gaga vestita interamente di carne
Fonte:BitchyF

 

LADY GAGA “A STAR IS BORN”

Un'immagine di Lady Gaga in "a star is born"
Un’immagine di Lady Gaga in “a star is born”
Fonte: IndieWire

 

Dopo aver fatto centro con American Horror Story, per la quale ha vinto anche un Golden Globe, la posta in gioco per Lady Gaga si è alzata, e lo schermo per lei è diventato più grande e pronto a metterne a nudo i pregi sì, ma anche i difetti.

A star is born é il quinto remake del film originale del 1937, ed è il debutto alla regia di Bradley Cooper, che nel ruolo di attore ha sfiorato l’Oscar per ben tre volte di fila.

E bisogna ringraziare senz’altro Cooper per la scelta della cantante come protagonista, ma soprattutto è lui che al provino le ha tolto il trucco dal viso, volendo vederla pulita e vulnerabile.

Così la Signora Gaga, o Germanotta se volete sentirvi patriottici ricordandone le origini, ha portato nella parte anche una giovane se stessa: quella che in tanti accantonavano prima che riuscisse a diventare famosa.

Infatti, come Ally, colei che interpreta nel film, anche la popstar statunitense ha dovuto sentirsi dire di non essere troppo bella, e che addirittura le proprie canzoni avrebbero dovuto essere assegnate ad altre cantanti.

Ma la superstar non si è lasciata scoraggiare e sappiamo tutti dove è arrivata, e dove potrà ancora arrivare: e chissà magari gli stessi che le dicevano di essere troppo brutta per poter sfondare sono finiti a sponsorizzare, vestiti da panino, hamburger per strada.

Almeno spero sia quello che la maggior parte di noi gli auguri.

Quindi che si vesta interamente di carne, di lattice, da uomo, o che semplicemente indossi una maglietta da pochi spicci cantando canzoni semi-country, Lady Gaga continua a convincerci e a ricordarci che anche lei è stata ed è una di noi: e questo ci da più conforto e ci fa sentire meno soli.

Perchè dopotutto “baby, you are born this way!”

Alla prossima,

Ilaria Ricci

13 marzo 2018

Animali Fantastici e I Crimini di Grindelwald | TRAILER REACTION

Ciao! La mia reaction al primo trailer di “Animali Fantastici e i Crimini di Grindelwald” e qui sotto il trailer […]

16 ottobre 2018

Chi salverà la DC Comics? Aquaman o James Gunn?

Nella lotta eterna tra chi ha i supereroi con le mutandine più grandi, c’è certamente da dire che la DC […]

13 ottobre 2018

DA VEDERE AD HALLOWEEN: Film troppo imbarazzanti per fare paura

Inizia la road to Halloween: oggi e per i prossimi due sabati usciranno solo playlist di film riguardanti la notte del 31 ottobre (circa, […]

12 ottobre 2018

Adam Driver: Da Kylo Ren a Sancho Panza | Analisi di un Attore | #ARICINEMA

 Adam Driver e L’uomo che uccise Don Chisciotte. Si stanno già versando fiumi di parole, articoli, video in tutta la […]

11 ottobre 2018

Maniac – La recensione della nuova miniserie Netflix

Un’analisi su Maniac     Salve a tutti cinefili maniaci, benvenuti nell’angolo delle recensioni di Natasha! Ebbene sì, signore e […]