9 aprile 2018

Tuscany Horror Story – I manuali di PepperPotts#4

La più grande fortuna di essere Italiani è sempre stata quella di avere tanta storia e sindromi di Stendhal come gioia sul viso di Dario Argento.

E’ normale che prima o poi a qualcuno venga voglia di addentrarsi in qualche luogo con il proprio telefono o telecamera ed inquadrare posti antichi alla scoperta di qualche fantasma, per poi mettersi seduto sulla sedia insieme a Dante Alighieri e chiedergli cortesemente cosa avesse fumato all’epoca della divina commedia, dato che vanno così tanto di moda i seguiti.

Così mi sono addentrata in un piccolo forte nella mia zona ed ho iniziato a riprendere.

Un mio amico (grazie Luca per la testimonianza) mi ha confidato di averci visto dentro due sagome: una grigia ed una bianca e di aver percepito rumori come di catene.

Io purtroppo non ci ho visto niente ma ho imparato in pochi e pesanti passi, cosa serve per avere tra le mani il miglior horror di sempre, se sei munito di un aggeggio tecnologico e un posto buio e misterioso.

Anche oggi Pepper Potts vi narra le sue esperienze di vita (buffona).

Un po’ di musichetta rilassante prima di iniziare le riprese

Il lungo viaggio verso le tenebre deve essere preparato da una musica soave e leggiadra che vi farà diventare coraggiosi come Indiana Jones e volare come il Dalai Lama.Inoltre le vostre mani dovranno essere ferme e rilassate per quello che sarere pronti a riprendere: potreste trovarvi davanti il nulla come direttamente Cerbero. Quindi respirate piano, alzate la musica da massaggio e partite per il viaggio.

Attenzione alle scritte sui muri

Potreste trovare numerose scritte in ogni dove e alcune di queste potrebbero essere state fatte con il sangue delle vittime che urlavano aiuto.

Potreste girarvi e notare che alle vostre spalle c’è una scritta in Aramaico antico che svela la nascita dell’universo o il numero di telefono di una pizzeria buona ma chiusa per ferie.

Ogni scritta per un egregio Horror è importante: soprattutto quella che non capite.

 

Dite sempre la verità

Non inventate storie su cose di cui non ne sapete nulla, ma soprattutto non gonfiate la realtà.

La storia cinematografica è piena di assassini più pompati dei muscoli di Schwartzenegger in gioventù, e come sempre anche il cinema è maschilista: Jack lo squartatore era una donna, per tutti i thè di Londra.

Una donna fino al 2013 poi uomo nel 2014… Insomma non fingete che un’arma contundente durante il cammino vi abbia quasi ucciso se non avete segni che lo accertino.

 

Non urlate

Non urlate: potreste spaventare gli spiriti.

Non è vero che sono loro i violenti, ma siamo noi che entriamo nelle loro case con luci stroboscopiche ed iniziamo a ballare la lap dance sui loro ricordi.

Non parlate ad alta voce e soprattutto non impazzite.

 

Riempite i silenzi

Sì ok, ho appena detto di non urlare e di parlare piano ma, se proprio sentite che la tensione vi sta salendo in gola allora fermatevi, se c’è campo leggete due cavolate ad alta voce su Facebook, oppure due begli articoli e due bei video su Violetta.rocks e poi ripartite.

Ma mi raccomando: niente canzoni italiane malinconiche e soprattutto niente I will survive.

Grazie e scusate per la boiata.

Alla prossima meno squilibrata notizia, dalla vostra Ilaria @PepperPotts

PS:UUUUUUUUUUU

 

 

 

 

13 marzo 2018

Animali Fantastici e I Crimini di Grindelwald | TRAILER REACTION

Ciao! La mia reaction al primo trailer di “Animali Fantastici e i Crimini di Grindelwald” e qui sotto il trailer […]

21 maggio 2018

Deadpool 2: come far parte della X-Force (pt2)

Adesso che ho anch’ io la mia foto personalizzata con tanto di nome ben stampato sulle tette( ha detto tette…Tetteeeee), […]

20 maggio 2018
Deadpool

Deadpool 2 – La seconda volta non si scorda mai (Pt. 1)

Dopo l’amara conclusione che Infinity War ci ha sbattuto in faccia, Deadpool 2 è un po’ la battuta volgare che […]

19 maggio 2018

Lars Von Trier scandalizza Cannes ma è tutto marketing

In sala le persone si sono alzate e hanno detto a mezzo stampa che il film di Lars Von Trier The […]

14 maggio 2018

Margot Robbie è Sharon Tate, chi farà Charles Manson?

Mancava solo l’ufficialità, che proprio da qualche giorno è arrivata: Margot Robbie interpreterà Sharon Tate, nell’ultimo film di Quentin Tarantino […]