1 maggio 2018

Top 5 Disney Villains Song

And the Most Evil is…

 

Salve a tutti cinefili maniaci, benvenuti nell’angolo delle recensioni di Natasha!

… Ok, diciamo che questa non è proprio una recensione, ma una classifica. Però recensirò anche.
Diciamo che questa sarà una recensifica. Sì, mi piace.
Ma questa classifica di cosa tratterà? Be’, prima di svelare il mistero, farò una premessa.
Oltre al cinema, una delle mie più grandi passioni è la musica, e per questa recensifica ho voluto unire questi miei amori, ovvero immagini e suono, e queste due cose le unirò alla mia infanzia, ovvero la Disney.
C’è un motivo particolare per parlare di Disney? No. Non c’è. La Disney c’entra sempre. Cade sempre a fagiolo in qualsiasi situazioni. È il cacio sui maccheroni della vita.

E poi sono stata ispirata dalla reaction di Mercoledì a Part of Your World (QUI) e ai Disney News del nostro Simone! (l’ultimo lo trovate QUI).

Forse lo avrete già capito; farò una piccola classifica di canzoni Disney.
Ma quali canzoni?

Ovviamente quelle dei cattivi. Sono le migliori in assoluto e spesso sono il punto di svolta della trama. Senza contare che riescono a rappresentare al meglio la psicologia del personaggio che spesso nel corso del film è limitata a “voglio conquistare potere, sono cattivo, bu-uh.”

Tranquilli, non parlerò soltanto della canzone in sé, ma di tutto ciò che la circonda, quindi anche la parte visiva.

Bene; pronti, partenza, via!

Numero 5 – Friends on the Other Side/Gli Amici nell’Aldilà, La Principessa e il Ranocchio

Probabilmente alcuni mi prenderanno a testate a causa di questa scelta, ma lasciatemi spiegare. Tra tutte le canzoni della classifica, credo che questa sia la più carente a livello di caratterizzazione del personaggio. La melodia in sé spacca; ha un bellissimo ritmo, è orecchiabile, incalzante sul finale. Da un punto di vista musicale, non vi trovo particolari difetti, stessa cosa a livello visivo; voglio dire, non so se ricordate bene la canzone… ma BAM! È un’esplosione di colori, di atmosfere cupe ma allo stesso tempo divertenti, lo stesso protagonista del pezzo, il Dottor Facilier, con i suoi movimenti sinuosi e il design accattivante è incredibile. Ripeto, spacca.

Però la canzone non aggiunge granché al personaggio. Voglio dire, che Facilier è cattivo, meschino, ingannatore e carismatico ne abbiamo prova per tutto il film; la canzone è il suo apice, certo, e nella canzone vi è il punto di svolta della storia, però non aggiunge granché.

Musica ok, animazione ok, ma poveretta di contenuti. Si piazza solo al quinto posto.

Numero 4 – Mother knows best/Resta con me, Rapunzel

Questa è una canzone davvero particolare perché (a parte la ripresa) non sembra per niente una canzone di un cattivo. Madre Gothel sembra una mamma protettiva e apprensiva nei confronti della figlia, ma noi sappiamo che non è così. Noi sappiamo il prologo, sappiamo perché la donna ha così paura che Rapunzel esca dalla torre, e non è certo la sua sicurezza. Questa canzone non è un punto di svolta nella trama, ma rappresenta tutta le capacità manipolatrici dell’antagonista, che pare quasi voler manipolare anche lo spettatore: voce di miele, lume di candela, immagini in un certo modo dolci. Vero, anche qui non aggiunge molto al villain, è solo l’apice della sua cattiveria, ma ho deciso di mettere al quarto posto questa canzone perché è decisamente più sottile rispetto ad Amici nell’Aldilà.

E poi, diciamocelo, Madre Gothel mi fa più paura di Facilier, non voglio vederla incazzata.

‘Sta st*onza.

Numero 3 – Poor Unfortunate Souls/Mia Triste Anima Sola, La Sirenetta

Ok, siamo sul podio! E qui iniziamo a ragionare. A mio parere, questa canzone ha tutto. Tutto.

La cattiva è super accattivante -voglio dire, Ursula, aiuto!– la melodia, una volta ascoltata, non vi uscirà più dalla testa, visivamente è al top. Le immagini accompagnano perfettamente la musica; da un inizio più lento, quasi una ballata, con movimenti morbidi e studiati, ad un’incalzante follia che si manifesta con colori esplosivi, esplosioni -letteralmente- e mosse veloci e scattanti.

E poi rappresenta in pieno Ursula, dandoci anche qualche informazione in più su di lei: Ursula sembra una dama dell’alta società che è decaduta ed impazzita. In più, pare essere una brava attrice… ma non lo è poi così tanto. Voglio dire, ci prova a mostrarsi una santa in verità, ma alla fine è palesemente una psicopatica maniaca, e sinceramente solo un baccalà come Ariel poteva firmare quella pergamena.

Numero 2 – Be Prepared/Sarò Re, Il Re Leone

Alla posizione numero tre avevo detto che Mia Triste Anima Sola ha tutto. Quindi, come si può superarla?
Be’, mi sembra ovvio: rendendo il tutto epico.

Voglio dire, questa canzone è imponente. Anche parte più calma per poi trasformarsi in un inferno, anche questa usa colori brillanti, anche questa ti entra in testa e non esce più. Anche questa ha un cattivo eccezionale. Ma è tutto un livello sopra.

È la canzone perfettamente opposta a Il Cerchio Della Vita, è una canzona sull’omicidio, gente! E non l’omicidio di una persona -o un leone- a caso: Mufasa! Si parla di fratricidio, you know, for kids!

I colori; ragazzi, quel verde e quel rosso sono di una potenza eccezionale.

E poi Scar. Dio. Santissimo. Scar. Credo che la gente sia diventata zoofila per Scar. È affascinante, subdolo, pianificatore; in questa canzone esprime tutta la sua frustrazione, non solo il suo desiderio di potere. Scar è incazzato come una bestia -ah, bella battuta, Nat- e farebbe di tutto per ottenere i suoi scopi.

Ma non siamo ancora al primo posto. Avete indovinato, senza sbirciare, chi è il vincitore?

Numero 1 – Hellfire/Fiamme dell’Inferno, Il Gobbo di Notre Dame

Non ho nulla da dire. Cioè, non devo davvero spiegarvi perché Hellfire è la migliore canzone di un cattivo non solo della Disney, ma di tutti i film esistenti, vero?

… Devo farlo davvero?

E va bene. Ma solo perché amo questa canzone fino alle viscere.

Ragazzi miei, questa canzone ha delle immagini da far cagare sotto. Quei tizi incappucciati in rosso ve li ricordate, vero? E anche la melodia non scherza: quel coro gregoriano è terrificante, semplicemente terrificante.

E il tutto è anche abbastanza… come posso dire… eccitante?

Oh, insomma, questa canzone parla di desiderio sessuale, e si sente. E si vede; quell’Esmeralda tra le fiamme è stata una dei miei tanti sexual awakenings.

Ma la cosa principale è che rappresenta tutta l’emotività di Frollo: giudice dal pugno di ferro, che sembra essere solo razionalità, si apre alle emozioni, e che emozioni!

Su questa posizione non potete dir niente. Non lo accetto.

… Ma sì che lo accetto, puccettini miei. Anzi, fatemi sapere la vostra personale Top 5!

Natasha Vagnarelli

@BlackWidow

  • Caterina Tricase

    Bellissimo bellissimo articolo! Spiritoso…e non guasta, ma intense interpretazioni dei film ci fanno riflettere su cosa si nasconde nella personalità del personaggio…una lettura in chive psicologica reale….la nostra simpatica Natasha ha ben reso cosa vuol dire”essere fiaba”! Si suole dire “ogni favola ha la propria morale” ma con acuta accuratezza i vari scrittori di queste fiabe ci presentano una realtà che spetta a noi intravedere tra le ombre delle scene o tra le righe delle frasi…!!!
    Sono tutte e cinque belle e nn di poca considerazione, ma opto x la “Sirenetta” dove oggi ben frequente e presente è il tema dell predatore e della preda e i mezzi di comunicazione ci informano quotidianamente, in vari ambiti…
    Grazie, Natasha!
    Complimenti come sempre!
    Leggerti è un piacere ed uno spasso tra serietà e ironia…
    Alla prox!

13 marzo 2018

Animali Fantastici e I Crimini di Grindelwald | TRAILER REACTION

Ciao! La mia reaction al primo trailer di “Animali Fantastici e i Crimini di Grindelwald” e qui sotto il trailer […]

16 ottobre 2018

Chi salverà la DC Comics? Aquaman o James Gunn?

Nella lotta eterna tra chi ha i supereroi con le mutandine più grandi, c’è certamente da dire che la DC […]

13 ottobre 2018

DA VEDERE AD HALLOWEEN: Film troppo imbarazzanti per fare paura

Inizia la road to Halloween: oggi e per i prossimi due sabati usciranno solo playlist di film riguardanti la notte del 31 ottobre (circa, […]

12 ottobre 2018

Adam Driver: Da Kylo Ren a Sancho Panza | Analisi di un Attore | #ARICINEMA

 Adam Driver e L’uomo che uccise Don Chisciotte. Si stanno già versando fiumi di parole, articoli, video in tutta la […]

11 ottobre 2018

Maniac – La recensione della nuova miniserie Netflix

Un’analisi su Maniac     Salve a tutti cinefili maniaci, benvenuti nell’angolo delle recensioni di Natasha! Ebbene sì, signore e […]