ROCKSQUAD

Perché alla gente non piace Johnny Depp come Grindelwald?

Johnny Depp nei panni di Grindelwald

La lista di personaggi che ha interpretato Johnny Depp e che sono entrati nei cuori di miliardi di persone è pressoché infinita. Cosa sarebbe, ad esempio, il cinema pop senza il personaggio di Jack Sparrow? Eppure il buon Giovanni ha non pochi problemi a farsi amare così, senza vestire i panni di uno dei suoi personaggi.
L’attore che ha debuttato sotto consiglio di uno qualsiasi dei suoi amici, un certo Nicolas Cage, ha sempre dominato i rotocalchi con i suoi rapporti amorosi conflittuali ed evitando più volte la bancarotta. Inoltre si è ultimamente non solo presentato un po’ sbronzo alla premiere di “Assassinio sull’Orient Express” a Londra ma ha anche offeso qualche mese fa la presidenza Trump con dichiarazioni, ehm, diciamo poco pacifiche, per cui ha dovuto poi chiedere ammenda pubblicamente.

“Quand’è stata l’ultima volta che un attore ha assassinato un presidente? Voglio chiarirmi, non sono un attore. Io mento per vivere. Tuttavia, è da un po’ che non accade e forse è giunta l’ora.”

Animali Fantastici – I Crimini di Grindelwald

Ora, lasciamoci alle spalle questa aspra premessa. Sapete già cosa farete il 16 Novembre 2018? Dico, oltre che lamentarvi del fatto che al Black Friday non avete acquistato nulla perché la vostra Postepay piange?

Ma ovviamente sarete in sala a guardare “Animali Fantastici – I Crimini di Grindelwald”.
Sappiamo ancora pochissimo sul sequel della prima fiera pellicola di David Yates, e quel pochissimo possiamo dedurlo da un motion poster che pochi giorni fa ha risvegliato tutti i fan della saga della ricca “Zia Jo” (J. K . Rowling per i comuni babbani).

Primo poster di "Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald"
Primo poster promozionale di “Fantastic Beasts: Crimes of Grindelwald”

 

Un film che partirà dalle basi lasciate dal precedente, che arricchirà il mondo magico degli anni ’20 con tinte più oscure e nuovi intrecci tra i personaggi che abbiamo imparato ad amare. Sarà proprio l’amore uno degli argomenti cardine, lo capiamo da come sono disposti i personaggi: vediamo Credence e la giovane ragazza al suo fianco, Newt e Tina, Jacob e Queenie, ma soprattutto la coppia al centro dell’immagine, ovvero Theseus Scamander (fratello di Newt) e Leeta Lestrange (la forse un tempo amata amica di Newt).
E per i più fedeli della saga (come me), sappiamo che forse in questa immagine c’è un’ultima coppia da non sottovalutare: Albus Silente e Gellert Grindelwald.
Se non lo sapevate ancora, sapevatelo: (Spoiler per i più deboli di cuore) la Rowling ha già confermato che il giovane Albus Silente fosse invaghito dell’amico Grindelwald quando ancora condividevano una forte amicizia per la ricerca del “bene superiore”. Per alcuni fan infatti lo scontro fra l’estro magico di Albus e l’astuzia di Gellert non sarà privo di difficili momenti e di succulenti flashback sul rapporto traumatico dei due.

Il Caso Grindelwald

Perché allora, sebbene non abbiamo ancora visto la performance di Jude Law come Silente, in molti già lo osannano mentre invece continua a dilagare la delusione nel vedere riconfermata la presenza di Johnny Depp nel ruolo di Grindelwald?
Secondo molti Law ha una postura molto fedele all’interpretazione Michael Gambon, trasmette già una grande autorità e le sue doti le abbiamo già sapute apprezzare lo scorso anno in The Young Pope.
Mentre Johnny Depp, sembra un po’ se stesso che fa il cosplay di Gellert Grindelwald. Un po’ spaccone, un po’ troppo a suo agio. La paura di molti fan, già dal primo film, è infatti che Depp possa fare di Grindelwald uno dei tanti suoi cavalli di battaglia dalla parlata enigmatica, dallo sguardo folle e dal vago movimento delle mani e delle sopracciglia.

Ma non possiamo già pregiudicare la sua interpretazione.

Depp, come hanno dichiarato tanti altri, tra cui i produttori e la stessa Rowling, è un veterano di Hollywood, ha un approccio alla creazione dei personaggi molto professionale e farà sicuramente un ottimo lavoro, a loro avviso. Noi fan dovremmo ricordare infatti che Johnny non ha SOLO interpretato personaggi psicopatici, il suo curriculum è vario e spazia diversi ruoli con diversi caratteri e sfumature. È ‘brilliant’, secondo Yates.

 

Johnny Depp in: Chocolat, Neverland - Un Sogno per la vita e Donnie Brasco
Johnny Depp in: Chocolat, Finding Neverland e Donnie Brasco

 

Johnny Depp come Kevin Spacey?

Il periodo però non è forse dei migliori per la vita privata dell’attore che sta ancora leccando le ferite dopo le forti accuse di violenza domestica e il divorzio dall’ormai ex-moglie Amber Heard (l’abbiamo vista per qualche secondo nei panni di Meera in Justice League). Le accuse su Twitter non hanno tardato ad arrivare e qualcuno afferma pure che una pesante “legge del taglione” debba ricadere su Depp così come ha colpito Spacey: bisogna sostituire l’attore, punirlo sollevandolo dal ruolo di Grindelwald. Parole forti, parole severe, ma soprattutto parole che non ci competono. Il pubblico dei social network infatti si è ultimamente dimenticato che non è direttamente responsabile del percorso giuridico dell’attore. Può solo condannarne i reati, se questi sono confermati in tribunale (uno vero).

Non ci resta quindi che confidare in Johnny Depp, che faccia del suo meglio e che in futuro si parli più dei “crimini” di Grindelwald che dei suoi.
L’unica pecca che finora mi trovo a sottolineare nella sua breve interpretazione del mago oscuro più potente di tutti i tempi (dopo Giucas Casella ovviamente) è la pettinatura spennata e ossigenata che a prima vista in sala mi ha fatto pensare, ecco… Amy Adams sarà sicuramente più chiara di me:

Arrival - 2016
Amy Adams che esprime la sua opinione sulla pettinatura di Grindelwald

 

E voi lettori cosa pensate dello stile recitativo di Johnny Depp? Chi avreste visto bene nel ruolo di Grindelwald al suo posto? Solo io avrei pagato un rene pur di vedere Cumberbatch come nuovo Silente?

Alla prossima domenica, babbani!

Gaetano Sinatra

@PeterParker

latest news