21 novembre 2018

Penny Dreadful: City of Angels | La Nuova Stagione senza Eva Green | #ARINEWS

Penny Dreadful torna. Ma senza Eva Green. Senza ambientazione vittoriana. Senza il misticismo letterario proprio delle prime tre stagioni. Quindi che torna a fa?? Pe’ dilla alla romana. Eppure la Showtime ha dato il via alla produzione di una nuova stagione, completamente nuova e slegata dalle precedenti, ambientata nella Los Angeles del 1938. E quindi eccoci a Penny Dreadful: City of Angels. Questa stagione a differenza della sua antecedente, affronterà temi politici e e problemi razziali, tematiche delicate che rispecchiano un po’ le atmosfere e la società della Los Angeles degli anni 30/40. Una scelta molto particolare, che forse da modo di poter rispondere ai quesiti sulla natura e l’esistenza umana (e non solo) mossi nelle prime stagioni di Penny Dreadful.

Gary Levine, il presidente della programmazione di Showtime ha dichiarato:

“Siamo stati molto emozionati quando John Logan è venuto da noi con la sua visione originale sulla mitologia di Penny Dreadful che esplora sia lo spirito umano che il mondo degli spiriti qui in California. Penny Dreadful: City of Angels promette di essere una straordinaria saga di amore familiare contro i mostri terrificanti che ci circondano”

Dalle prime foto ufficiali del poster, sembrerebbe esserci un collegamento con il culto messicano della Santa Muerte, una divinità che incarna il concetto di vita e rinascita. La leggenda popolare la vuole al centro di un’apparizione, nella quale si manifesta dinanzi un povero cittadino, esortandolo a sacrificarsi per lei e con lui, l’intero popolo messicano in cambio di grazia e protezione. E’ una divinità anche molto vendicativa, alla quale si può chiedere addirittura la distruzione dei propri nemici

“Santa Muerte sconfiggi i miei nemici, aiutami a vendicarmi di chi mi sta facendo del male, per quanto tempo ci voglia, per quanto difficile possa essere, vinci colui che sta vincendo su di me”

Quindi ben lontana dalla nostrana Maria Vergine e alle credenze più “istituzionalizzate” proprie del cristianesimo occidentale. E’ un culto popolare e sicuramente di grande interesse per gli appassionati del mistero come noi pennydreadfulliani.

Il mio dubbio rimane uno solo: perché i soldi per chiudere decentemente la terza stagione di Penny Dreadful non ci sono stati, e per questo spin-off assolutamente NON necessario, sono cicciati fuori? Se l’audience era così di “nicchia” tanto da chiudere in fretta e furia la terza stagione lasciandoci con l’amaro in bocca, perché tentare di “riacchiapparla” chiamandola ancora “Penny Dreadful”? Sopratutto quando il nome stesso è legato a dei giornaletti venduti nelle strade londinesi di fine ottocento per un soldo, quindi lontano anni luce dall’ambientazione di una Los Angeles del ’38.

Dubbiosa, attendo anche il vostro parere e riscontro. Siete curiosi o indifferenti alla notizia di questo nuovo spin-off di Penny Dreadful? Cosa vi manca di più della bellissima serie con l’altrettanto bellissima Eva Green del nostro piccolo, macabro cuore?

Arianna 

13 marzo 2018

Animali Fantastici e I Crimini di Grindelwald | TRAILER REACTION

Ciao! La mia reaction al primo trailer di “Animali Fantastici e i Crimini di Grindelwald” e qui sotto il trailer […]

10 dicembre 2018

Come starà Emma Stone nella pelliccia di Crudelia De Mon?

Con l’inverno alle porte, anche per Emma Stone é arrivato il momento di indossare la pelliccia, e che pelliccia direi, […]

8 dicembre 2018

NOMINATION GOLDEN GLOBE 2019: meh…

La stagione dei premi cinematografici è stata riaperta. Ci siamo fatti scappare i National Board of Review, non commetteremo lo […]

7 dicembre 2018

Il Trailer di Avengers: Endgame ha risposto già a molte domande

Manteniamo tutti la calma! L’attesissimo Trailer di Avengers: Endgame, che i rumors ci avevano promesso settimane fa, è online da […]

6 dicembre 2018

BOHEMIAN RHAPSODY | Differenze tra film e realtà

BOHEMIAN RHAPSODY | Differenze tra film e realtà Salve, buongiorno e benvenuti io sono Violetta e oggi parliamo delle differenze […]