2 luglio 2018

Obbligo o verità? – meglio una partitella alla PlayStation

I film horror come obbligo o verità, sono le boy band del cinema: piene di ormoni e immortali, anche se durano meno della carriera di una modella di Victoria’s secret.

Lo scheletro di entrambi infatti è molto simile: prendi un gruppo di ragazzi, regalagli un po’ di felicità iniziale e poi mandali al patibolo uno ad uno, fino a che a tutti importerà soltanto di vederli morire.

(ok, membri di una boy band qua presenti, vi state toccando? Bravi!)

Prendi questo gruppo di giovanotti stereotipati, o al contrario privi di una caratterizzazione personale, e falli viaggiare in uno dei paesi con cui gli Usa vanno più d’accordo: il Messico, e poi fai in modo che dopo una partita ad obbligo o verità, insieme ad uno sconosciuto in una chiesa abbandonata(l’ideale per le feste), questi tornino a casa perseguitati dal gioco stesso, con il dovere di giocare sempre e di rispettare le regole che questo impone, altrimenti la pena sarà la morte.

Ma come muori?

Esteticamente diventi il joker con il timbro vocale di batman, ma che uccide certamente in maniera più gentile, rispetto a come succede in un’altra pellicola che gli si avvicina: final destination.

Perché se in “destinazione finale”, la cosa più bella e che teneva le persone incollate davanti allo schermo era sapere in quale bizzarra e assurda maniera sarebbe morto il prossimo personaggio, in obbligo e verità si cerca invece di limitare il sangue e di non essere troppo cattivi arrivati alla frutta, risultando più prevedibili del finale di un film con Julia Roberts(che per chi non lo sapesse si sposa spesso.)

Altra pecca è senz’altro la mancanza di tensione, di quel peso latente che solo una paura continua, come quando sai che dovrà uscire un nuovo film con The Rock, ma tu preferiresti vedere antichrist di Lars Von Trier almeno cento volte prima che questo accada: ecco quel senso di angoscia è molto altalenante nel film, dato che i protagonisti si ricordano di essere maledetti in pratica, solo quando è il loro turno, e in quell’attimo di pausa, si staccano dal gruppo e discutono perché lui ama lei ma lei sta con lui, e lui ama la fidanzata anche se lo tradisce, ma allo stesso tempo vorrebbe vedere come sarebbe la vita svegliandosi accanto ad un’altra.

Quindi, ci si perde talmente tanto nelle stupidaggini che anche quando spuntano argomenti un po’ più seri, alla fine passano in secondo piano.

Attori spaventati dopo aver letto la sceneggiatura del film
Attori spaventati dopo aver letto la sceneggiatura del film

 

Insomma questo film per adolescenti( come fossero tutti dei poveri imbecilli che si spaventano con un filtro di snapchat), sarebbe potuto diventare un trauma per molti, utilizzando come mezzo, proprio uno dei giochi più usati di sempre, dato che come abbiamo imparato anche a nostre spese, i film horror che vincono sono quello che qualche trauma, a volte anche irreversibile ce lasciano addosso: dai pagliacci, all’uomo nero(anche se di questo periodo fa più paura l’uomo bianco), stormi di uccelli, squali, bambole assassine e Kristen Stewart.

kristen stewart che fa strani versi

Alla prossima dalla vostra Ilaria,

@Pepperpotts

Ps: fatemi sapere se il film a voi è piaciuto invece, e qual’è il vostro horror preferito.

13 marzo 2018

Animali Fantastici e I Crimini di Grindelwald | TRAILER REACTION

Ciao! La mia reaction al primo trailer di “Animali Fantastici e i Crimini di Grindelwald” e qui sotto il trailer […]

10 dicembre 2018

Come starà Emma Stone nella pelliccia di Crudelia De Mon?

Con l’inverno alle porte, anche per Emma Stone é arrivato il momento di indossare la pelliccia, e che pelliccia direi, […]

8 dicembre 2018

NOMINATION GOLDEN GLOBE 2019: meh…

La stagione dei premi cinematografici è stata riaperta. Ci siamo fatti scappare i National Board of Review, non commetteremo lo […]

7 dicembre 2018

Il Trailer di Avengers: Endgame ha risposto già a molte domande

Manteniamo tutti la calma! L’attesissimo Trailer di Avengers: Endgame, che i rumors ci avevano promesso settimane fa, è online da […]

6 dicembre 2018

BOHEMIAN RHAPSODY | Differenze tra film e realtà

BOHEMIAN RHAPSODY | Differenze tra film e realtà Salve, buongiorno e benvenuti io sono Violetta e oggi parliamo delle differenze […]