29 ottobre 2018

Il mistero della casa del tempo: film per bambini di Eli Roth

Se siete a conoscenza dei lavori precedenti di Eli Roth, tipo Hostel dove si divertiva a torturare quattro scemi finiti nell’ostello sbagliato in Slovacchia, oppure se vi é capitato di vedere Green Inferno, dove per mancanza di un supermercato vicino casa, una popolazione indigena faceva cena con dei “poveri” attivisti-ambientalisti, vedere appunto il nome del regista americano accanto a “bambini”, é quasi da denuncia.

Ma “il mistero della casa del tempo”, é veramente un film per giovincelli, non pargoli dell’asilo certo, ma può senz’altro intrattenere anche quei “bambini” che hanno superato i venti o ancora meglio i trent’anni e che quindi si ricordando tutta quella fascia di film che faceva paura senza però essere considerata propriamente horror, vedesi E.T, i Gremlins o Una serie di sfortunati eventi.

Il film a mio avviso é riuscito nell’intento di voler riportare quel tipo di cinema, e tenta di “spaventarci” esternamente con le sue ambientazioni gotiche e grottesche, ma all’interno in realtà racchiude una serie di messaggi positivi, che spesso i film per ragazzi sanno dare.

Una famiglia particolare

Cate Blanchett Owen Vaccaro e Jack Black
Cate Blanchett Owen Vaccaro e Jack Black
Fonte: Best movie.it

 

Ci ritroviamo negli anni ‘50 e il piccolo Lewis, dopo la morte dei genitori si trasferisce a casa dello zio Jonathan (Jack Black), un tipo bizzarro che vive con una coinquilina anche lei particolare, ovvero la Signora Zimmerman(Cate Blanchett)

Sia lo zio che la Zimmerman sono rispettivamente uno stregone e una strega che si ritroveranno a crescere e ad insegnare la magia al giovane Owen che ne sarà entusiasta.

La cosa che unirà i tre, sarà il fatto che tutti hanno perso qualcosa, Owen i genitori, la signora Zimmerman la famiglia a causa della guerra e Jonathan aveva lasciato la propria perché si sentiva incompreso e messo da parte.

E proprio questo ci ricorda che la famiglia non é sempre quella “tradizionale”, ma che ne esistono di altri tipi che però non vengono a pieno riconosciute neanche oggi.

Quindi, diritti per le streghe e gli stregoni che crescono i bambini!

E che diamine!

La magia si può imparare

Il giovane Lewis ed una sua compagna di classe in una scena del film
Il giovane Lewis ed una sua compagna di classe in una scena del film
Fonte:IMDb

 

Spesso nelle opere dove si trattano le arti magiche ci insegnano che maghi o streghe si nasce non si diventa, il mistero della casa del tempo, ci ricorda invece che studiando possiamo diventarci.

Perché come dice il personaggio di Cate Blanchett al giovane Lewis, ognuno di noi possiede la magia, ma va coltivata e tirata fuori, non lasciata a marcire.

Perciò anche senza avere parenti alla lontana che sono stregoni, o essere discendenti di mago Merlino, ma anche solo con lo studio e l’impegno si può diventare ciò che più vogliamo nella vita.

Perciò togliete il tablet e andate a studiare…Dopo aver finito di leggere l’articolo naturalmente.

Come uccidono le zucche Blanchett e Black non lo fa nessuno

Zucche demoniache in una scena del film
Zucche demoniache in una scena del film
Fonte:Bloody-disgusting.com

 

In realtà il più grande messaggio del film é che come uccidono delle zucche assassine Jack Black e Cate Blanchett non l’ha mai fatto nessuno fino ad oggi.

Jack Black muove le dita a ritmo di salsa e merengue per creare magia e per lanciare palle di fuoco dalla proprie mani, mentre Cate Blanchett spara raggi laser dal proprio ombrello credendoci come non mai, facendoci dire: “ma é lei la stessa che faceva l’amore con Rooney Mara l’altro giorno?”

Insomma, dato che siamo nel periodo di Halloween e che tra mostri e zucche impazzite siamo pieni, il 31 ottobre andate al cinema a vedere “il mistero della casa del tempo”, prendete appunti su come far fuori le zucche per il prossimo anno e poi tornate da me e ditemi se il film vi é piaciuto o no.

Ma muovetevi perché le lancette del tempo scorrono e purtroppo al contrario!

Alla prossima

Ilaria Ricci

13 marzo 2018

Animali Fantastici e I Crimini di Grindelwald | TRAILER REACTION

Ciao! La mia reaction al primo trailer di “Animali Fantastici e i Crimini di Grindelwald” e qui sotto il trailer […]

21 novembre 2018

Penny Dreadful: City of Angels | La Nuova Stagione senza Eva Green | #ARINEWS

Penny Dreadful torna. Ma senza Eva Green. Senza ambientazione vittoriana. Senza il misticismo letterario proprio delle prime tre stagioni. Quindi […]

20 novembre 2018

Cinque fantastici film in bianco e nero da non perdere

Per la serie i “giovani nati vecchi”, comincio oggi una nuova rubrica dove ogni tot parlerò del mondo del cinema […]

15 novembre 2018

American Horror Story: Apocalypse – La Recensione

Questa Apocalisse non ci convince     Salve a tutti cinefili maniaci, benvenuti nell’angolo delle recensioni di Natasha! American Horror […]

14 novembre 2018
Stan Lee

Grazie di tutto Stan Lee..

Stan Lee non ha bisogno di presentazioni e neanche troppo di celebrazioni forse, dato che sin dall’inizio della sua carriera […]