Serie TV

La prima stagione di DARK – Riassunto Approssimato

DARK - Riassunto Approssimato

Il 21 Giugno è alle porte gente, e non siete pronti. No, non parliamo del prossimo esame che tanto darete a settembre, ma di DARK. Se avete preferito la qualità del Made in Italy Europe alle americanate come Stranger Things allora preparatevi al conto alla rovescia. Cosa? Non vi ricordate manco di che parla e non avete tempo per il rewatch della prima stagione di DARK? Lasciate perdere i nuovi episodi di Black Mirror (Spoiler: se li potevano risparmiare) e sparatevi questo Riassunto Approssimato.

PREAMBOLO

Dark - Riassunto

A Winden, in Germania, piove sempre. Ma tipo SEMPRE, per davvero. E la gente, anziché investire sul mercato degli ombrelli, cede alle lobby degli impermeabili gialli e dell’energia nucleare. Gli abitanti, oltre ad avere un sistema immunitario fortissimo (fossi stato io sotto la pioggia per più di 2 minuti a parlare con qualcuno sarei morto di broncopolmopeste) hanno nomi, emh, particolari. E non essendoci un unico protagonista siamo infatti obbligati a ricordarli tutti (a fine stagione viene rilasciato gratuitamente un certificato A1 in tedesco, tranquilli).

Jonas, Mikkel, Magnus, Franziska, Bartosz, Ulrich, Tronte, Helge sono solo alcuni dei nomi che dovremmo presto reimparare (pensate che bella la vita degli impiegati all’ufficio anagrafe di Winden). Con i cognomi però la cosa si semplifica un po’: sono principalmente 4 le famiglie coinvolte negli eventi della prima stagione di DARK, ovvero, Tiedemann, Kahnwald, Doppler e Nielsen. Ma andiamo avanti.

DOVE QUANDO È MIKKEL?

Dark - Riassunto

La prima stagione di Dark si apre subito benissimo con il suicidio di Michael Kahnwald, padre di Jonas (il protagonista-protagonista). Mesi dopo la morte del padre, a Jonas, Bartosz, Franziska, e i fratelli Magnus, Martha e Mikkel Nielsen viene la meravigliosa idea di fare una passeggiata di notte nei boschi di Winden, vicino a delle caratteristiche grotte inquietanti. Neanche a farlo apposta, si dividono e il piccolo Mikkel scompare. Non è il primo bambino a scomparire a Winden e le ricerche della Polizia iniziano subito allarmate.

Dark - Riassunto

Nel frattempo scopriamo che Mikkel è sbucato nientepopodimeno che nel 1986, 33 anni prima del suo tempo. Ad accudirlo sin da subito è la giovane infermiera Ines Kahnwald, nonna di Jonas, nubile e senza figli. Nel 2019 invece, al nostro protagonista dall’impermeabile giallo viene recapitato un pacco da un tizio misterioso. Dentro trova una  lettera del padre e una serie di mappe delle grotte, ed ovviamente sceglie di andarle ad esplorare perché la morte del padre non gli è chiara. Dopo aver letto la lettera,  Jonas attraverso un sistema di porte e cunicoli interni alle grotte riesce a tornare indietro nel tempo, spuntando nel 1986. Qui diventa chiaro che suo padre Michael è in realtà proprio Mikkel, rimasto intrappolato nell’86 e adottato dall’infermiera Ines. Prima di poter intervenire, Jonas però viene fermato da un losco figuro incappucciato che gli sconsiglia fortemente di riportare Mikkel nel 2019, altrimenti avrebbe cambiato il corso degli eventi e non sarebbe mai nato.

LE INDAGINI DELLA POLIZEI

Ulrich Nielsen, padre di Mikkel, si lancia nelle indagini per ritrovare il figlio, preoccupato dal terribile ricordo della scomparsa del fratello Mads, avvenuta 33 anni prima. Persone fortunate i Nielsen. Come se non bastasse proprio nella foresta viene rinvenuto il cadavere di un ragazzino, dai vestiti vintage e con una grande ustione in viso. Ulrich ci mette più del dovuto a riconoscerlo: è proprio il fratellino Mads. Le indagini di Ulrich conducono pian piano prima dal padre, Tronte Nielsen e successivamente da Helge Doppler, un anziano che non ci sta più tanto con la testa appassionato di caramelle perché sta sempre a dire “Tic Tac” (perdonatemi).

Dark - Riassunto

Nel frattempo la collega Charlotte Doppler, madre di Franziska, indaga non solo sul comportamento anomalo dell’ex-marito, Peter Doppler (che un anno prima la tardiva con un travestito che si prostituiva in periferia) ma anche sull’innaturale morte dei volatili di Winden, schiantati a terra con l’apparato uditivo danneggiato da forti impulsi elettromagnetici. A tranquillizzarla è la figlia Elisabeth che, dopo essere scomparsa per qualche ora, torna a casa con in dono un orologio da taschino dorato datole per la madre da un certo ‘Noah‘.

Dark - Riassunto

Ah, tutto questo mentre Urlich decide anche lui di aprire a caso porte nelle grotte e piombare nel 1953, per uccidere il piccolo Helge Doppler e salvare, secondo lui, suo fratello e suo figlio modificando il corso del tempo. Ma non ci riesce, lo sfigura e rimane intrappolato nel ’53, incarcerato da un giovane Egon Tiedemann, il capo della polizia che lo ha tormentato da giovane nell’86.

LA CENTRALE NUCLEARE E NOAH

Dark - Riassunto

Ricordate il losco figuro incappucciato che ha fermato Jonas dal riportare Mikkel nel 2019? Ecco, quello è lo stesso Jonas che viene dal futuro. Jonas-ma-con-la-barba vuole infatti distruggere il varco temporale nelle grotte di Winden, togliendo la possibilità a tutti di viaggiare nel tempo e incasinare la timeline peggio degli Avengers. Per poterlo fare però sceglie di farsi aiutare da un orologiaio, che ha più conoscenze di un laureato in fisica, nel costruire una comoda macchina del tempo in valigia.

Quello che si designa come  acerrimo nemico di Jonas a quanto pare è Noah, un prete pompatissimo, tatuato e che parla di bene e male attraverso passi della bibbia ogni due minuti e che vuole “traghettare” gli uomini verso un nuovo futuro, sacrificando a cuor leggero dei bambini friggendogli la faccia con uno strano macchinario. Quest’uomo perbene accoglie sotto la sua ala protettrice altri uomini poco raccomandabili come Helge Doppler (che poi si redime e tenta di investire il se stesso del passato) e forse anche Tronte Nielsen e Peter Doppler. Nuovo giovane adepto è però Bartosz, che intraprende il suo passaggio al lato oscuro perché Jonas gli ha fregato la ragazza, Martha, dopo che Bartosz gliel’aveva fregata precedentemente (nonostante lei sia tecnicamente la zia di Jonas). Teoria personale, per me Bartosz diventerà Noah e tornerà indietro nel tempo per adescare se stesso.

Dark - Riassunto

Ci sarebbe anche da raccontare tutto il delirio di Claudia Tiedemann nell’86 che scopre cose strane nella centrale nucleare (apparentemente una delle sorgenti dei viaggi nel tempo) o dei mille tradimenti e ricatti amorosi che sembrano l’unica costante temporale a Winden. Comunque sia, la prima stagione di DARK si conclude, con lo Jonas del futuro che genera un enorme buco nero sopra Winden (a detta di Noah proprio la causa originale dei viaggi nel tempo) e con lo Jonas del presente spedito direttamente da Noah nel 2052, in un futuro distopico distante 33 anni.

latest news