Serie TV

Game of thrones: perché Daenerys merita di più.

Se avete visto tutte le puntate di Game of thrones fino a questo momento sapete bene di cosa sto parlando: Daenerys sta cadendo letteralmente a pezzi e forse la sua morte é prossima a venire.

Gira infatti incontrastata la teoria per il quale la giovane Targaryen dovrebbe diventare una “Mad Queen“, proprio come suo padre, il famoso: “Mad King” e dare fuoco incontrastata anche a persone innocenti pur di arrivare a quel dannato trono di spade che tanto la ossessiona, soprattutto in questa ottava stagione quasi giunta al termine.

Infatti Daenerys ha perso tutto: due dei suo amati draghi che per lei si sa sono come figli, l’amico più fidato e la figura paterna Jorah Mormont, Missandei, ovvero l’unica amica che abbia mai avuto, i Dothraki e perfino “l’amore” di Jon Snow.

Per non parlare del fatto che é forse vicina ad un tradimento da parte di Varys che potrebbe portarsi dietro pure Tyrion, anche se lui ha dismostrato di essere più fedele e ragionevole rispetto al primo.

Ma siamo sicuri che per come é stato scritto il personaggio di Daenerys, per quello che le abbiamo visto fare e affrontare, sia veramente giusto farla impazzire in così poco tempo in modo che venga ricordata come: “Un’altra Targaryen che perde la testa”, o ancor peggio: “tale padre, tale figlia?”

Ecco perché Daenerys si meriterebbe di più.

 

DAENERYS NATA DALLA TEMPESTA

Daenerys stagione uno
Daenerys stagione uno
Fonte: Paste Magazine

 

Rimasta orfana in fasce, venduta come schiava, maltrattata dal fratello e da chiunque, fatta sposare per forza,(per carità gli é capitato Momoa eh..) guardata con disprezzo e con diffidenza perché donna ecc, ecc..

Daenerys non parte dall’alto, non si trova su un trono che non le appartiene (vedesi Cersei), non ha avuto servigi, e anche il solo fatto di essere uscita dalle fiamme viva più di una volta ancora e ancora, non ribadisce soltanto che lei sia in parte drago, ma é simbolo di una donna e di un personaggio che cade e si rialza di continuo: di un’indomita.

Daenerys non ha niente da perdere e guadagna sempre più terreno facendosi amare e rispettare, non dimenticando però quell’austerità che serve per la sopravvivenza in un mondo come quello di Game of Thrones.

Perché sotterrare il tutto?

Non si sa..

DAENERYS E JON SNOW

Daenerys e Jon
Daenerys e Jon
fonte: The verge

 

Daenerys e Jon Snow sono dei personaggi simili in quanto entrambi hanno un percorso che li vede svantaggiati rispetto al resto.

Ma se vogliamo vederla tutta é proprio il percorso e il background della Targaryen ad essere più interessante.

Per carità é bello e toccante il fatto che un ragazzo cresciuto e trattato come un bastardo si riscopra in realtà il vero e unico re dei sette regni, ma Daenerys é la figlia di un folle, di un tiranno che si divertiva a uccidere le persone usando il fuoco e per il quale la sua vita é partita così in ribasso.

Lei combatte contro il fantasma del padre da tutta la vita, e contro gli occhi di chi la guarda e a prescindere la vede solamente come qualcuno di pericoloso, ma lei ha ribadito più di una volta con i fatti e con le parole di non essere come lui.

Per quanto possa essere “figo” Jon Snow, Daenerys ha forse un bagaglio emotivo molto più interessante.

DAENERYS SVANTAGGIATA IN QUANTO DONNA

Daenerys sul trono (nonn di spade)
Daenerys sul trono (nonn di spade)
Fonte: Nerdist

 

Ripartiamo un attimo da Varys che nell’ultima puntata dice chiaramente a Tyrion che Jon Snow sul trono starebbe meglio perché ha gli attributi mentre Daenerys é femmina.

Quindi mettiamo il caso che Daenerys impazzisca, faccia fuori tutti e che su questo benedetto trono, dopo averla fatta ammazzare ci vada Jon Snow.(Anche perché gli spetta di diritto)

Abbiamo passato sette stagioni a chiaccherare sulla potenza delle donne in questa benedetta serie ambientata in un’epoca antichissima dove avere le tette era un vantaggio solo per gli uomini, per poi sentirci dire all’ultimo che le donne sul trono di spade non ci possono stare.

Perché proprio ora?

Non erano Daenerys, Arya, Cersei, Margareth Tyrrell ecc, ecc, i simboli di GOT?

DAENERYS “MAD QUEEN” PERCHE’ CI SONO I “BAD WRITERS”

Daenerys un po' arrabbiata
Daenerys un po’ arrabbiata
Fonte: Vanity Fair

 

Game of thrones nelle prime stagioni ha dimostrato di non invidiare niente alle grandi produzioni cinematografiche.

Intrighi, sberleffi, bambini che venivano buttati giù dalle torri, incesti a tutto spiano, padri decapitati davanti ai figli e villain che più malati di così neanche in manicomio: Game of thrones era il peggio e il meglio che si poteva trovare.

Ma si sa, é difficile mantenere un certo tono più si va avanti nelle cose e spesso sono i personaggi “migliori” a pagarne il prezzo.

Forse uno dei più grandi errori di Daenerys é stato quello di aver dato fuoco a padre e figlio Tarly, ma non ci sono stati altri momenti dove la madre dei draghi ci ha fatto pensare seriamente che potesse diventare davvero come il padre.

Anzi ha dimostrato più di una volta che con un consigliere come Tyrion al suo fianco che conosce i suoi punti deboli, potrebbe veramente governare per anni senza infliggere male gli altri per un capriccio ma semmai per una punizione.

Quindi questa improvvisa voglia di farla impazzire ci pare un po’ affrettata, e poi diciamocela tutta: una che dice di essere distruttrice di catene, di combattere la schiavitù, che libera popoli, e che accoglie senza problemi, nani, eunuchi, ladri ed altri personaggi messi da parte dal mondo, é sensato che impazzisca così?

Sarebbe stato micidiale un suo percorso verso l’oscurità, se fosse stato scritto e costruito in questa maniera però sin dall’inizio: come la nascita di un vero e proprio villain.

Ma il suo, fino a perlomeno qualche puntata fa era stato un percorso costruito verso la luce.

 

Ci sorprenderanno con i prossimi due episodi?

Vedremo…Nel frattempo, “Dracarys

 

Alla prossima,

Ilaria Ricci

 

 

 

 

 

 

latest news