25 giugno 2018

Come creare un film di Quentin Tarantino in poche mosse

Questo articolo non va preso sul serio: è un po’ come la canzone dei System of a down che dice “pizza pizza pie, peperoni ecc…”

Godetevelo in un momento in cui avete voglia di scazzare, oppure mentre siete al bagno…sì al bagno.

Ecco, oggi parliamo di Quentin Tarantino, e di come riesce a fare i suoi film da fuori di testa e, quali sono gli ingredienti speciali che li rendono appetibili e incredibilmente peculiari, proprio come la pizza che ho citato qui sopra.

Perchè il cinema proprio come la vita non ha sempre senso, non c’è sempre la risposta a tutto e soprattutto bisogna pagare il biglietto per vedere il film…Ok, anche questa frase non ha molto senso, perciò direi di cominciare.

Se siete registi/sceneggiatori in crisi e non sapete cosa fare, copiate Tarantino, dato che lui copia tutti da una vita, ma risulta comunque sia un genio, perché saper copiare è un’arte e non una mancanza del cervello finita vai a sapere dove, e chissà per quale motivo…Ok, adesso iniziamo veramente.

Maltrattate una donna

Uma Thurma in Kill Bill
Uma Thurma in Kill Bill
Fonte: Tvzap

 

Prendete la protagonista del vostro film, sparatele in testa mentre è incinta durante le prove del suo matrimonio, e poi se ve lo ricordate uccidete anche il resto degli invitati del quale però non importerà niente a nessuno, perché tutti sappiamo che le damigelle d’onore sono inutili.

Prendetela a calci e pugni, mandatela in allenamento da un vecchio asiatico razzista e misogino e poi seppellitela viva.

Dopo di che piena di polvere, mandatela ad un bar a chiedere un bicchiere d’acqua come se non fosse successo nulla: d’altronde dopo tutta questa fatica le si sarà seccata un po’ la gola poverina.

Datele un soprannome simpatico e di potenza come quello di un serpente velenoso non scontato, tanto per ricordarci che le donne non sono tutte vipere, e datele un bel lieto fine, tanto perché se Cenerentola che ha solo pulito pavimenti e detto di sì ai maltrattamenti e gli abusi delle sorellastre bruttine e della matrigna psicotica invece di correre da un assistente sociale, ha ottenuto comunque sia il suo principe azzurro, perché non dovrebbe averlo una che invece ha scappellato la testa di un’altra donna con una katana?

Se partite da un soggetto come questo, il vostro film verrà sostituito ad uno di quelli della Disney e verrà mostrato ad un sacco di bambini al posto di Bambi.

Invitate Samuel L. Jackson in tutti i vostri film

Samuel. L. Jackson. in Pulp Fiction
Samuel. L. Jackson. in Pulp Fiction
Fonte: Pulp Fiction

 

Se prima l’uomo nero era quello cattivo che si nascondeva nell’armadio o sotto il letto, grazie a Tarantino e di conseguenza a Jackson, l’uomo nero è diventato un gran figo che recita versi della bibbia inventati, mentre spalleggia John Travolta che si sente sempre un po’ perso quando non balla.
John Travolta perso

Un film di Quentin Tarantino senza Samuel, è come un film di Woody Allen senza bionde, o un film di Nolan, con il nostro andamento temporale e non quello di Marte.

Samuel L. Jackson non può mancare, per questo se non sarà presente nel prossimo film di Tarantino sarò costretta a denunciare quest’ultimo, per abbandono di Samuel L. Jackson in luogo pubblico, e la pena da scontare dovrà essere: vedere a ruota la saga di Twilight prima in ordine cronologico e poi al contrario, mentre ad osservarlo rimarranno i dvd di capolavori del cinema come C’era una volta in America e il Re leone due.

Perciò se volete intraprendere la strada di Quentin non fate cavolate e non dimenticatevi Samuel.

Boom boom boom

L’immagine è stata vietata per non urtare l’anima delle persone più sensibili

Quando arrivate ad un certo punto della vostra storia ed i vostri protagonisti si ritrovano tutti chiusi in una stanza e non sapete più cosa fargli dire, fate in modo che uno a caso, prenda la pistola ed inizi a sparare ad un altro, ed un altro ancora, fino a che anche il resto tirerà fuori la pistola ed inizierà a sparare.

Se non c’è il boom, boom, boom, non è un film di Tarantino e nemmeno un film a luci rosse, perciò vedete di non dimenticarvelo.

Fate ballare qualcuno

Uma Thurma e John Travolta che ballano i Pavesini
Uma Thurma e John Travolta che ballano i Pavesini
Fonte:Youtube

 

Se pensate che il ballo sia essenziale solo in Dirty Dancing, allora vi sbagliate di grosso: infatti come sapete tutti, quello che ha reso grande Pulp Fiction sono proprio Uma Thurman, e John Travolta, che ballano sulla canzone dei Pavesini che sembra dire “le patatine” ad un certo punto della canzone.

Indimenticabile invece nelle Iene la scena di Mr. Blonde, Richard Mansen(ho scoperto ieri il nome e quindi voglio farmi ganza), che balla avanti e indietro con un coltello in mano, in una stanza dove sta torturando un paio di persone.

Il segreto è sempre quello: cose poco opportune in momenti ad alta tezione.

Preparate un cast stellare

Leonardo DiCaprio sanguinante in Django Unchained
Leonardo DiCaprio sanguinante in Django Unchained
Fonte: mai sopra le righe

 

Chiama: Brad Pitt, John Travolta, Robert De Niro, Uma Thurman, Bruce Willis, ancora Uma Thurma, Samuel L. Jackson e nuovamente Samuel L. Jackson e le persone correranno a prendere i biglietti del tuo lavoro, nello stesso modo in cui corrono d’estate verso il carretto dei gelati.

Poi ad un certo punto chiama Leonardo DiCaprio, perché Christoph Waltz, con quella sua faccia a schiaffi, non puoi fare sempre il cattivo(per non dire di peggio), e non può sempre ripetere la stessa parte tutte le volte che recita in un film, quindi Leo ha la perfetta faccia angelica ma allo stesso tempo sa recitare, sì, diciamo che lo sa leggermente fare.

Poi lascia che si spacchi veramente la mano su un bicchiere e che decida improvvisamente di diventare un portatore “sano” di epatite, e che metta la mano insanguinata sulla faccia della sua povera co-protagonista che evidentemente non è ipocondriaca, oppure è immune al sangue di DiCaprio, che fortunatamente in quel periodo non aveva ancora mangiato il cuore crudo di un bisonte.

Insomma la recitazione e Quentin Tarantino, sono fatti proprio di sudore, DiCaprio, siringhe, sangue e qualche eccezionale film sopra le righe.

Alla prossima, Ilaria

@PepperTarantino

PS: Qual’è il vostro film preferito del regista?

13 marzo 2018

Animali Fantastici e I Crimini di Grindelwald | TRAILER REACTION

Ciao! La mia reaction al primo trailer di “Animali Fantastici e i Crimini di Grindelwald” e qui sotto il trailer […]

16 ottobre 2018

Chi salverà la DC Comics? Aquaman o James Gunn?

Nella lotta eterna tra chi ha i supereroi con le mutandine più grandi, c’è certamente da dire che la DC […]

13 ottobre 2018

DA VEDERE AD HALLOWEEN: Film troppo imbarazzanti per fare paura

Inizia la road to Halloween: oggi e per i prossimi due sabati usciranno solo playlist di film riguardanti la notte del 31 ottobre (circa, […]

12 ottobre 2018

Adam Driver: Da Kylo Ren a Sancho Panza | Analisi di un Attore | #ARICINEMA

 Adam Driver e L’uomo che uccise Don Chisciotte. Si stanno già versando fiumi di parole, articoli, video in tutta la […]

11 ottobre 2018

Maniac – La recensione della nuova miniserie Netflix

Un’analisi su Maniac     Salve a tutti cinefili maniaci, benvenuti nell’angolo delle recensioni di Natasha! Ebbene sì, signore e […]