ROCKSQUAD

Ci sono nuove speranze per i fan di Samurai Jack!

Samurai Jack è lo show più badass che Cartoon Network abbia partorito (e CN ne ha partorita di roba buona). Vedi il nostro approfondimento nell’articolo dedicato ai cartoni talmente belli da essere apprezzati anche da un pubblico adulto.

Dopo aver trasmesso le prime 4 stagioni di fila tra il 2001 e il 2004, il progetto è stato troncato e sembrava destinato a morire senza una degna conclusione. Ci sono voluti anni di suppliche da parte dei fan, finché nel 2017 Genndy Tartakovsky ci ha misericordiosamente donato una quinta stagione, abbastanza in linea con la qualità delle stagioni precedenti (soprattutto per la prima metà).

Però il regista di origini russe è stato chiaro fin da subito:

“Cicciatevi questo finale e non scassatemi più il c***o, perché non ne voglio più sapere di Samurai e cinesui” – Genndy Tartakovsky, più o meno, all’incirca, forse.

Quindi, con la quinta stagione, la saga doveva chiudersi definitivamente. In questi giorni, però, qualcosa sembra muoversi e due piccole luci sembrano essere apparse nell’oscurità in cui brancolano i nostalgici fan del cartone.

NUMERO UNO. Questa settimana ScreenRant ha pubblicato un articolo in cui si accarezzava l’idea di una sesta stagione. Seppur Genndy abbia dichiarato che comunque non prenderà mai più in mano il progetto e che il finale è canonico e definitivo, potrebbe esserci la possibilità di una nuova stagione, diretta da qualcun altro, in cui si raccontano gli anni trascorsi tra la stagione 4 e 5.

Ricordiamo infatti che tra le due stagioni c’è un salto temporale di 50 anni, in parte coperto dai numeri di fumetti (editi negli USA dall’IDW Publishing e distribuiti in Italia dalla Panini), in parte oscuro. I nuovi episodi potrebbero coprire questa lacuna, raccontandoci le avventure che hanno portato il totally zen Samurai Jack di fine 4a stagione a diventare il tormentato e cinico motociclista di inizio 5a stagione.

Viene però da chiederci, chi seguirà il progetto sarà in grado di raggiungere i livelli di perfezione narrativa e visiva raggiunta da mastro Tartakovsky? Stiamo a vedere e incrociamo le dita.

NUMERO DUE. Il team di Paper Cut ha deciso di sviluppare un gioco visivamente identico a Samurai Jack. La trama sarebbe una vendetta western in pieno stile Tarantino di The Hateful Eight. Il gioco si chiama Bloodroots, è violentissimo, e dovrebbe uscire quest’estate per PS4 e Nintendo Switch.

Alleghiamo il teaser del gioco. La dinamica, la fisica, i combattimenti, il character design sembrano tutto ciò che un fan di Samurai Jack potrebbe mai desiderare. Va però sottolineato che l’ambientazione esclusivamente western (e non western steampunk o sci-fi steampunk) tocca solo in parte la complessità dell’universo narrativo squisitamente sfaccettato della serie di Cartoon Network.
Nonostante ciò, se al lancio non avrà un prezzo proibitivo, credo che lo comprerò.

 

latest news