22 novembre 2018

CRITICHE FANTASTICHE E dove trovarle | Animali Fantastici 2

Ciao amici io sono Violetta e benvenuti in un nuovo articolo.

Tra le innumerevoli critiche che sono state mosse ad Animali Fantastici i Crimini di Grindelwald, oggi vorrei essere una voce fuori dal coro e spezzare una lancia a favore di J.K. Rowling. Come mai parte del pubblico ha reagito così male all’ultimo capitolo di questa pentalogia? Proviamo a dare una risposta a questa domanda.

(QUI invece trovate la mia recensione al film)

PREMESSA

Premesso che ci sono effettivamente quelle che apparentemente sembrano incongruenze con il canone del Wizarding World che la Rowling stessa ha creato e premesso che queste incongruenze potrebbero effettivamente rivelarsi delle “Retconizzazioni” (ovvero rettifiche), attualmente però non c’è nessuna conferma che sia effettivamente così e mancando ancora tre film alla conclusione della storyline, potrebbero solo essere delle questioni aperte che verranno spiegate in futuro. Parliamo di questo, ma mi concentro maggiormente sulle critiche fatte alla struttura della sceneggiatura e alla costruzione dei personaggi.

LA SINDROME DEL FAN

A me sembra già arrivato quel momento che arriva per quasi tutte la saghe di grandissimo successo, Star Wars, Sherlock, Game of Thrones (per citare qualche serie tv) in cui nel primo periodo il fan vive un coinvolgimento talmente forte e si affeziona in modo così viscerale alle vicende e ai personaggi che è davvero una fortuna per il successo delle storie avere uno zoccolo così duramente fidelizzato di migliaia e migliaia di persone. Ma a volte questo diventa una lama a doppio taglio. Il fan infatti si sente talmente implicato nelle storyline dei personaggi da non distinguere più il suo ruolo di spettatore che gode del prodotto finito e si lascia sorprendere come accadeva nella fase di scoperta della storia, da quello di vittima delle proprie fantasie e aspettative che lo fanno ritrovare suo malgrado in una condizione di soggettività sulla validità del prodotto amato, percepita come oggettiva e la sensazione che se le cose non vanno come sperato, in questo caso negli ultimi due anni, ci sia una forte delusione causata dalla presunta incapacità dell’autore di non rispettare i canoni fantasticati dal fan.

I SINTOMI

Adesso vi offenderete tutti, ma non fatelo perchè è una cosa che è accaduta tante volte anche a me per questo la capisco, solo che per commentare la validità un film ci vuole una certa oggettività e spesso se si ama tanto qualcosa è difficile scindere tra quello che vorremmo e quello che poi ci viene effettivamente dato. Sono d’accordo con voi che alcune franchise nel tempo sono state affondate dalle produzioni stesse, ma non credo sinceramente che sia questo il caso. Io capisco quella brama di essere esigenti, ma cerchiamo di non tentare di prendere il controllo della storia al posto della Rowling pensando di essere più capaci di lei di tirare giù la sua sceneggiatura perchè sinceramente non lo siamo e la storia non è in mano a chissà quale produzione, è in mano a lei come scrittura e lei è anche uno dei produttori, quindi fidiamoci un attimino di questa signora, aspettiamo ancora un po’ prima di massacrare l’intera saga. Che l’adorazione per una saga non diventi l’arroganza di volerla vedere sullo schermo a proprio piacimento. Purtroppo ho letto commenti e recensioni che più che approcciarsi al film con spirito critico, l’hanno fatto con spirito opinionista da spettatore e ci sta, è capitato anche a me, ma invito soprattutto chi non ha ancora visto la pellicola a vederla con i propri occhi prima di farsi influenzare troppo perchè quello che ascoltate potrebbe essere un consiglio non molto oggettivo, ma solo delle aspettative personali deluse.

PROVIAMO A CAMBIARE PUNTO DI VISTA

Impariamo a capire com’è un ottimo prodotto e com’è un cattivo prodotto e magari potremmo accorgerci che quello che ci sembra un cattivo prodotto forse è solo un ottimo prodotto che però non è piaciuto a noi che ci sta, ma dirlo così è diverso. Guardiamoci in faccia i film di Harry Potter soprattutto andando verso la fine della saga arrancano molto ma molto di più. Cerchiamo di avere una visione più d’insieme, pensiamo a quello che ci viene spesso propinato al cinema e che facciamo passare senza battere ciglio, ora senza nominare altre franchise per infierire, ognuno di voi sono sicura che ha a mente i propri esempio e qualche critica ci sta, nessun film è perfetto e ora vi dirò anche le cose che a me non sono piaciute, capisco che ci sono delle cose che non vi tornano, ma la maggior parte state sereni che le spiegheranno, ci sono ancora tre film, sapete ancora quanti colpi di scena, cliffhanger e plot twist che pian piano rimettono tutto in ordine ci aspettano? Diamole tempo, prendiamola con più leggerezza e lasciamoci stupire e condurre in quest’avventura scritta per noi.

LA ROWLING E’ IMPAZZITA?

Mi sembra improbabile che la Rowling si sia del tutto rincretinita e abbia deciso di prenderci in giro da qui a sempre no? Se poi ci saranno cose non torneranno proprio in nessun modo le commenteremo certamente, ma non credo che sia necessario mandare a ferro e fuoco tutto già da adesso, voglio dire chiediamoci: Animali Fantastici è un prodotto che si merita di essere massacrato in questo modo? Rispetto a molto altro è un prodotto di cui lamentarsi così tanto? Davvero? Godetevi il viaggio che di strada ce n’è ancora tanta, stiamo parlando di un’avventura fantasy. Accettiamo i biopic che non rispettano le ricostruzioni storiche o biografiche, diamogli una chance a sta saga.

Questi erano i miei due centesimi sulla faccenda. Grazie per averli letti. Scrivetemi la vostra opinione e ci vediamo al prossimo articolo.

V.

13 marzo 2018

Animali Fantastici e I Crimini di Grindelwald | TRAILER REACTION

Ciao! La mia reaction al primo trailer di “Animali Fantastici e i Crimini di Grindelwald” e qui sotto il trailer […]

2 novembre 2018
Animali Fantastici 2 Teorie

Le più strane teorie su “I Crimini di Grindelwald”

  Quando si parla di cosa fare prima di vedere un film, ci sono solo due tipi di persone: chi […]

21 novembre 2018

Penny Dreadful: City of Angels | La Nuova Stagione senza Eva Green | #ARINEWS

Penny Dreadful torna. Ma senza Eva Green. Senza ambientazione vittoriana. Senza il misticismo letterario proprio delle prime tre stagioni. Quindi […]

15 novembre 2018

American Horror Story: Apocalypse – La Recensione

Questa Apocalisse non ci convince     Salve a tutti cinefili maniaci, benvenuti nell’angolo delle recensioni di Natasha! American Horror […]